Archivi categoria: cinema

The End of the Tour – David Foster Wallace

the end of the tourOggi pomeriggio, in una sala che come affollamento presentava più analogie con un film porno infrasettimanale degli anni settanta che con un qualcosa uscito da un paio di giorni, ho assistito alla proiezione del film The End of the Tour.

Sei spettatori in tutto: una coppia, una donna sola e tre uomini sparsi qua e là.

Dall’alto dell’ultima fila si notavano una testa grigia, una brizzolata, una nera, una mora e una bionda. Al macchinista oltre a quelle se ne presentava anche una quasi calva.

Ah già, c’era anche un zoppicante.

Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in cinema

Monologo Prete dal film Synecdoche, New York

Tutto è molto più complicato di quanto pensiate.

Voi riuscite a vedere solo un decimo della verità.

Ci sono milioni di piccoli lacci legati ad ogni scelta che voi fate che possono distruggere la vostra vita, ogni volta che scegliete.

Ma probabilmente per 20 anni voi non lo saprete e magari non riuscirete mai a risalire alla causa.

E avete un unico modo per proseguire ed è cercare di capire i motivi del vostro divorzio.

E in quel momento qualcuno vi dirà che non esiste il destino, e invece esiste eccome, è ciò che voi create.

E anche se il mondo va avanti per millenni voi siete qui giusto per la frazione di una frazione di secondo.

Gran parte del vostro tempo la trascorrete da morti, o non ancora nati, e poi mentre siete vivi, aspettate invano, sprecando anni in attesa di una telefonata, di una lettera o di uno sguardo da parte di qualcuno o di qualcosa che sistemi le cose, ma che non arriverà mai, o che sembra che arrivi, ma non ancora.

E quindi buttate via il vostro tempo in un vago rammarico o una vana speranza che qualcosa di buono arriverà, qualcosa che vi faccia sentire meno soli, che vi faccia sentire amati.

E la verità è che io mi sento così arrabbiato, la verità è che mi sento così fottutamente triste, e la verità è che io mi sono sentito così fottutamente male per tutto quello che ho sbagliato, e per tutto questo tempo io ho fatto finta che tutto invece andasse bene, solo per andare avanti e non so il perché.

Forse perché nessuno voleva ascoltare la mia sofferenza, perché ognuno aveva la propria.

Fanculo tutti.

Amen

3 commenti

Archiviato in cinema, pensieri, religione

Cinema – Visioni Gennaio 2011

01 gennaio 2011

Frankenstein di Mary Shelley (Kenneth Branagh 1994)

Dizionari: (3)

Critica: (n.d)

Pubblico: (3,8)

MYmonetro: (3,4)

Mio Voto (2)

Impact Point (Hayley Cloake 2008)

Dizionari: (n.d.)

 

Critica: (n.d)

 

Pubblico: (n.d.)

 

MYmonetro: (n.d.)

 

Mio Voto (2)

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in cinema, film, riepilogo visioni

Cinema – Visioni Dicembre 2010

10 dicembre 2010

Il Concerto (Radu Mihaileanu 2010)

Dizionari: (3)

Critica: (3,2)

Pubblico: (3,8)

MYmonetro: (3,3)

Mio Voto  (3)

22 dicembre 2010

Will Hunting – Genio Ribelle (Gus Van Sant 1997)

Dizionari: (3,5)

Critica: (n.d.)

 

Pubblico: (3,8)

MYmonetro: (3,6)

Mio Voto  (4,5)

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in cinema, film, riepilogo visioni

Mario Monicelli e la Rivoluzione

Il rispetto per la scelta di un uomo che decide della propria vita e il rispetto per una riflessione da parte di chi ha visto con i propri occhi quasi un secolo di storia d’Italia.

 

Lascia un commento

Archiviato in cinema, diritti umani, politica

Tennis, 3D, Prospettiva e Profondità – La Finale del Roland Garros 2010

…ovvero la finale del Roland Garros che forse non rivedrò.

Non avevo ancora avuto occasione di vedere una proiezione in 3D tra le tante proposte di questi ultimi tempi.

Ero in attesa di un film che mi ispirasse quando ho saputo che nel multisala di Faenza avrebbero trasmesso in diretta la finale del Roland Garros tra Nadal e Soderling e così ieri sono andato.

L’idea era quella di rendersi conto di cosa questo tipo di tecnologia possa fare per rendere più accattivante la trasmissione in diretta di un evento sportivo. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in cinema, pensieri, sport, vita

Wolfman

Sinceramente questo film non ha un grande significato…

Ambientato nella seconda metà dell’ottocento in Inghilterra, non aggiunge nulla a quanto abbiano già fatto vedere gli altri film dello stesso filone.

La licantropia si sa, è incentrata sulle notti di luna piena e anche in questo caso buona parte della vicenda racconta cosa succede in quelle pericolose notti.

A mio parere il film però non riesce a trasmettere quella tensione di fondo come dovrebbe, in maniera da creare un legame tra un momento di tensione e quello successivo, ossia tra una luna piena e l’altra.

In realtà è vero che il film è pieno di colpi di scena e che capita in diverse occasioni di essere sorpresi e saltare sulla sedia, ma questi momenti sono creati più che altro per mezzo di una appropriata combinazione tra immagini e suono. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in cinema

Invictus

Molto bello!

Clint Eastwood ultimamente è una garanzia e dopo il bellissimo Gran Torino, anche questa volta ha tirato fuori dal suo cilindro un prodotto decisamente valido.

La scelta di prendere Morgan Freeman come attore protagonista, in realtà non mi aveva appassionato molto.

Pensavo che per rappresentare un contemporaneo come Nelson Mandela, sarebbe stata più adatta una faccia nuova, in maniera da non correre il rischio di far pensare ad alcuno dei personaggi interpretati dal bravo attore.

Dopo la visione del film mi sono dovuto ricredere e ora posso dire che la scelta è stata completamente azzeccata. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in cinema

Trieste Film Festival 2010 – Vincitori

Si è concluso il Trieste Film Festival edizione numero 21, rassegna dedicata al cinema dell’Europa Centro-Orientale.

Dal sito ufficiale dell’Alpe Adria Cinema ecco i vincitori dei tre concorsi in programma e le varie menzioni speciali.

concorso lungometraggi – Premio Trieste – Miglior Lungometraggio

ĐAVOLJA VAROŠ (LA CITTA’ DEL DIAVOLO)

di Vladimir Paskaljevic  ( Serbia – 2009 – 82′ ) Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in cinema, vita

Trieste Film Festival 2010 – domenica 24 gennaio

Terza ed ultima giornata al 21° Trieste Film Festival, rassegna dedicata al cinema dell’Europa Centro-Orientale.

Visioni di domenica 24 gennaio.

omaggio a Helena Trestikova

Sladke Stoleti (Il dolce secolo) di Helena Trestikova – Repubblica Ceca 59′

Sladke Horkosti Lidy Baarove (I ricordi agrodolci di Lida Baarova) di Helena Trestikova – Repubblica Ceca 31′

Dopo quelli di ieri, altri due episodi tratti dallo speciale realizzato nel 1995 per la televesione della Repubblica Ceca. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in cinema, vita