Archivi tag: letture 2011

Stella Distante – Roberto Bolano

stella distanteUn’ottima occasione per avvicinarmi a Roberto Bolano, in attesa di trovare la voglia di buttarmi sulla lettura del mastodontico 2666, è stato questo Stella distante.

In realtà Bolano stesso nell’introduzione dichiara di avere semplicemente scritto sotto la dettatura dell’amico Arturo; non sarebbe pertanto un’opera frutto del suo ingegno, per lo meno a sentire lui.

Ciò non giocherebbe a favore della mia curiosità personale nei confronti dell’autore cileno, tuttavia risulta abbastanza difficile credere fino in fondo a quell’affermazione, in quanto a mio modo di vedere, uno scrittore è sempre uno scrittore e dunque mette qualcosa di suo in qualsiasi cosa esce dalla penna.

E’ quindi con serenità che ho affrontato questo libro. Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri

La Casa di Carta – Carlos Maria Dominguez

la casa di cartaMia prima e al momento unica lettura di Carlos Maria Domingues che devo dire ho trovato piacevole.

Niente di straordinario in questo racconto lungo, però l’atmosfera ed il contesto sono di quelli che un grande lettore troverà certamente di proprio gradimento.

La storia è molto semplice: una donna subisce un incidente in seguito al quale si apre un giallo sulla proprietà di uno strano libro.

In questo modo incomincia quindi una ricerca che porta a viaggiare per biblioteche e grandi collezioni private.

Interessante come ogni lettore possa immedesimarsi in uno dei protagonisti a seconda delle diverse caratteristiche; infatti c’è il lettore compulsivo che legge, legge e legge, ma c’è anche il collezionista con il culto dell’oggetto prima ancora del contenuto.

Insomma a ciascuno il suo; in ogni caso un libriccino che si legge in un’ora o poco più, ma che dà un senso di appagamento ben più importante.

Tempo di lettura: 1h 26m

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri

50 Grandi Idee di Filosofia – Ben Dupré

50 grandi idee di filosofiaIn un periodo storico come quello attuale è quasi inevitabile ascoltare giudizi istintivi e prese di posizione decisamente rigide.

In generale tutti sanno tutto e pochi sono disposti a discutere le proprie convinzioni né tantomeno ascoltare quelle altrui.

La filosofia, materia da me mai affrontata nel corso dei miei studi tecnici, pone rimedio a questo atteggiamento blindato e viene in soccorso di coloro a chi vorrebbe affrontare argomenti delicati che non prevedono risposte certe.

E’ questo il punto di vista corretto per affrontare la lettura di un libro che parla in maniera semplice e sintetica di filosofia applicata.

Come è caratteristica della materia, praticamente tutti i dubbi e le situazioni presentate, potrebbero avere come risposta: “dipende” e proprio qui sta il bello. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri

Il Settimo Pozzo – Fred Wander

il settimo pozzoQuesto libro appartiene alla letteratura che si occupa dell’Olocausto.

Non è mai facile leggere qualcosa del genere, però dovrebbe essere un obbligo morale farlo almeno ogni tanto.

Si dice sempre che la storia si ripete.

Si dice sempre che importante è il non dimenticare.

Beh, in questi tempi pare proprio che la storia, almeno una parte di essa, si stia ripetendo e che in molti abbiamo proprio dimenticato tante cose.

Oppure ancor peggio non le abbiano mai sentite o fatte loro.

Fred Wander, come ogni sopravvissuto che racconta le proprie vicissitudini, parla di quello che ha visto e di quello che ha sentito. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri, Uncategorized

Come Diventare Se Stessi – David Lipsky

come diventare se stessi“La sensazione che danno queste pagine è quella di una chiacchierata in autostrada a tarda notte, unica macchina rimasta in giro, con l’esaltante consapevolezza che un’altra persona ha fatto esperienza nella vita in modo uguale a te: il motivo per cui si fanno viaggi insieme.”

E’ con queste parole che l’autore David Lipsky presenta questo libro, una condivisione di cinque giorni di vita, più che un’intervista vera e propria.

Leggere quello che David Foster Wallace dice di se stesso potrebbe apparire come  il solito vecchio e brutto modo che ha tanta gente di volersi distinguere, ma allo stesso tempo fingere di non farlo.

Mi spiego meglio: se prendessimo l’insieme dei nostri conoscenti che vestono abiti firmati o guidano auto esclusive e chiedessimo loro il motivo per cui abbiano scelto di acquistare quel tipo di prodotto e non un altro più economico, ben pochi risponderebbero con un semplice “perché mi piace”. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri, Uncategorized

Vita da Lettore – Una storia felice…riepilogo letture 2011

Annata 2011

64 titoli  –  365 h 59m

Dicembre   (  5 titoli  –  24h 54m  )

stella distanteStella distante

Roberto Bolano

**** 

29 dicembre 2011

4h 10m

tre atti e due tempi

Tre atti e due tempi

Giorgio Faletti

***   commento

25 dicembre 2011

2h 37m

timbuctuTimbuctu

Paul Auster

****

22 dicembre 2011

3h 45m Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri, riepilogo letture, self tracking, vita

In Un Milione Di Piccoli Pezzi – James Frey

Consiglio numero uno: cominciare la lettura di questo libro solo quando si ha davanti molto tempo libero perché il rischio concreto è’ quello di non riuscire a staccarsi dalle pagine e trascurare quindi tutto il resto.

Consiglio numero due: affrontare la lettura senza pregiudizi e senza posizioni preconcette.

Un simile atteggiamento consentirà un’immersione più profonda nelle difficoltà e nella personalità del protagonista.

Difficile ma non impossibile.

Assumere i panni dell’osservatore esterno che non conosce assolutamente nulla degli argomenti trattati evitando quindi che le proprie esperienze personali possano influire sulle opinioni che vanno a formarsi.

Si apriranno in questo modo numerosi scenari inaspettati con punti di vista anche sorprendenti. Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in libri, recensioni libri

Un Romagnolo Sul Cammino Di Santiago De Compostela – Luigi Manara

Questo è stato un libro importante per me; probabilmente non per quelle che erano le aspettative dell’autore, bensì per tutta una serie di riflessioni che questa lettura mi ha ispirato.

Per lungo tempo avevo assaporato il pensiero di intraprendere prima o poi il Cammiano di Santiago.

Le mie erano intenzioni non legate al pellegrinaggio in senso stretto, né tantomeno ad un qualcosa da condividere con molti altri.

Vedevo il percorso come un qualcosa di intimo, per certi versi probabilmente anche spirituale, ma non nel senso classico del termine.

Il racconto di Luigi Manara, quasi mio compaesano, è una cronaca abbastanza puntuale delle tappe e degli incontri da lui avuti durante i giorni che lo hanno portato fino a Compostela.

Il libro è per molti aspetti utile perchè come un resoconto di viaggio, fornisce indicazioni specifiche su come trovare alloggio e sul funzionamento pratico di molti degli ostelli che si trovano lungo la via. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri

La Fine Della Strada – John Barth

Una storia abbastanza surreale con personaggi stravaganti.

Il protagonista Jacob Horner racconta in prima persona l’incontro per motivi di lavoro con una coppia quantomeno originale per il tipo di vita che conduce e per quanto riguarda alcune convinzioni.

La narrazione non è sempre lineare e capita che il tipo di racconto spesso prenda pieghe diverse passando da un genere all’altro facendo in questo modo diventare imprevedibile una trama che in alcuni momenti sembrerebbe abbastanza scontata.

Un libro che spazia dal grottesco all’umoristico, dal drammatico al sociale, cosicché ciascun lettore potrebbe darne un resoconto diverso.

La nota negativa è una traduzione decisamente troppo letterale dall’inglese; talmente letterale che anche nei dialoghi tra amici e fidanzati i verbi sono spesso coniugati alla seconda persona plurale ( il voi ), con l’unico risultato di rovinare buona parte del lavoro dell’autore.

Un libro da leggere per avere un quadro più esaustivo sul mondo della letteratura contemporanea americana.

Un autore da riprovare nella speranza di incappare in una traduzione decisamente più moderna.

Tempo di lettura: 5h 53m

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri

Gotico Americano – William Gaddis

Un modo di scrivere piuttosto difficile e un ritmo incalzante.

Parrebbe un controsenso, ma leggendo questo Gotico Americano di William Gaddis, è proprio questo ciò che traspare, perlomeno nella parte iniziale.

I primi due capitoli infatti, in pratica un quarto dell’intero libro, producono nel lettore una sensazione ambigua: da un lato c’è quella scrittura apparentemente difficile dove il dialogo e le descrizioni si rincorrono senza mai raccontare le cose in tempo reale, mentre dall’altro c’è una situazione di stress psicologico che viene alimentata in maniera davvero efficace.

Ecco allora che tutti i piccoli avvenimenti, siano essi una telefonata, il suono del campanello oppure la semplice apertura di una porta, vengono intuiti di volta in volta dagli elementi che si aggiungono al dialogo e dalle finestre che si aprono e chiudono all’interno del dialogo stesso.

Difficilmente ci si trova a leggere ad esempio che il telefono comincia a squillare; ben più facilmente capita che all’interno di un dialogo ad un certo punto qualcuno sbotti: “Ma insomma vuoi rispondere una buona volta a quel maledetto telefono?” al che si deduce che il telefono sta suonando da un po’. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri