Archivi tag: partito democratico

Bersani vs Renzi – Primarie Centrosinistra – Il confronto in sintesi…

28 Novembre 2012

Renzi vs Bersani

Titolo in palio:

Candidato Premier

Politiche 2013

Domanda 01 (dalla redazione): la crisi del Paese e le tredicesime degli Italiani. Da dove si parte?

Renzi bisogna che lo stato tagli dove non ha avuto il coraggio: recuperare con giuste tassazioni e guardare al merito

Bersani non prometto 20 miliardi per l’anno prossimo, ma mettere soldi anche con un giro di solidarietà fiscale e guardare alle tariffe. Dare ai comuni possibilità di fare investimenti subito e poi proseguire

Domanda 02 (dalla redazione): E’ possibile abbassare le tasse e come?

Bersani: bisogna che chi non paga venga riconosciuto come uno che non ruba allo stato, ma a chi invece le tasse le paga. Un po’ alla volta smettere di usare il contante; tracciare i pagamenti; dare agevolazioni a chi paga le tasse; armonizzare le tassazioni europee e combattere i paradisi fiscali

Renzi bisogna dire perché non si è fatto più di tanto, da sempre se ne parla e poco si fa; bisogna dire che gli strumenti messi in campo fino ad ora sono stati forti con i deboli e deboli con i forti; fare l’accordo con la Svizzera; incrociare le banche dati per riuscire a ridurre le imposte come si è fatto a Firenze, ma serve coraggio

Replica Bersani: sia chiaro: Equitalia non l’abbiamo inventata noi, ci impegniamo a migliorarla. Sulla Svizzera ciò di cui si sta parlando fino a questo momento è in pratica un condono e questo non mi va bene

Replica Renzi: non possiamo dire agli Italiani che non c’entriamo: tu sei stato al governo per tanti giorni, questo bisogna dirlo Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in pensieri, politica

Confronto Primarie Centrosinistra – 12 Novembre 2012 chi ha vinto?

Lunedì 12 novembre ha avuto luogo il primo confronto televisivo tra i cinque candidati delle primarie del centro-sinistra. E’ stato l’unico appuntamento? Ce ne saranno altri? Al momento non è ancora chiaro anche se ci sono trattative in corso.

Comunque sia e comunque andrà, ecco un resoconto dettagliato di questo primo confronto con il mio personalissimo cartellino (voti da 1 a 5) secondo il vecchio stile della boxe degli anni ottanta.

NB: il giudizio è strettamente personale

Domanda 1 – Come si muoverebbe in tema di pressione fiscale, tasse ed IMU

Tabacci: sarei in condizione di abbassare le tasse facendole pagare a tutti

Puppato: patrimoniale per redistribuire verso i redditi medio-bassi

Renzi: semplificare il pagamento delle tasse e destinare alla loro riduzione il recupero dell’evasione

Vendola: ridefinire le aliquote irpef secondo progressività fino al 75% per i redditi oltre il milione di euro e patrimoniale sulle rendite finanziarie e cancellazione dell’imu sulla prima casa

Bersani: riduzione del carico fiscale per i ceti medio-bassi e agevolazioni sulle imprese per lavoro di giovani, donne e lavoratori del sud; creazione di un’imposta personale sui grandi patrimoni immobiliari Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in pensieri, politica

Primarie Partito Democratico – Andare a votare nonostante queste manovre

In vista del confronto televisivo tra i cinque candidati alle primarie del partito democratico, oggi sul sito ufficiale del PD è apparsa questa immagine.

I più spensierati la prenderanno sul ridere; non sono mancati infatti fin da subito coloro i quali hanno sottolineato la veste tra lo scherzoso e l’ironico dell’iniziativa e può anche darsi che il primo impatto sia quello di riderci sopra.

A pensarci bene però, questa cosiddetta “leggerezza” tanto declamata in questi tempi difficili lascia molto da pensare, per non dire che è palesemente sospetta.

A partire dalla metà degli anni ottanta siamo stati abituati a pensare solo a cose leggere, a non farci troppe domande, a non interessarci troppo di quel mondo complicato e così poco affascinante che era la politica.

In fondo chi ce lo faceva fare? Il tempo libero a nostra disposizione non era già sufficientemente ridotto? Perché poi perderne dell’altro cercando di informarsi su cose sulle quali poi non abbiamo la minima influenza.

Tanto vale goderci quello spazio a nostra disposizione tanto faticosamente guadagnato e lasciare che alle cose che non capiamo pensino altri…che poi sono tutti uguali. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in pensieri, politica

Ignazio Marino e l’Università

La Stampa di oggi giovedì 2 settembre pubblica una lettera al direttore di Ignazio Marino che si lancia in una pesante critica contro le modalità di ammissione alle facoltà di medicina.

Oggi infatti sono previsti i test di ammissione basati su 80 domande con risposta multipla che fungeranno da selezione per i ben 90 mila ragazzi iscritti.

La discesa in campo di Ignazio Marino aveva lasciato alquanto a desiderare già nelle primarie del partito democratico dello scorso anno quando il chirurgo genovese si era rivelato il più polemico e il meno concreto dei tre candidati, almeno a mio modo di vedere.

Nella lettera di oggi questa sua indole polemica da classico politico vecchio stampo esce confermata in pieno. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in politica

Berlusconi contro Giannini a Ballarò

Oggi sulla rete si rincorrono le polemiche sull’intervento telefonico del premier Berlusconi contro il giornalista di Repubblica Giannini.

Ovviamente se ne parla molto su internet e poco o niente in televisione, eppure le cose sarebbero molto semplici: invece di parlarsi addosso cercando di non fare sentire la voce dell’altro, bisognerebbe adoperarsi per fare conoscere le cose. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in pensieri, politica

Elezioni 2010 – Al Voto! Al Voto!

“E’ un voto regionale ed amministrativo, ma sono elezioni importanti per tutta l’Italia” dice il capo supremo del Partito dell’Amore.

Partito dell’Amore che è già alla terza edizione…anche se le prime due non si possono ricordare, pena chissà cosa…

Il ricordo del Partito dell’Amore di Cicciolina che approdò in parlamento anni fa è quello più simpatico…

L’altro Partito dell’Amore, quello vero che dovrebbe fare pensare, lo si può ritrovare nel 1984 di Orwell, anzi era un vero e proprio ministero, il Ministero dell’Amore.

C’erano anche il Ministero della Pace, il Ministero della Verità, e il Ministero dell’Abbondanza. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in politica

Gianfranco Fini: Il Migliore o Il Peggiore?

In questo ultimo periodo si tende ad elogiare Gianfranco Fini per le posizioni che ogni tanto assume in contrasto alle decisioni di Berlusconi.

Vero è che con l’attuale opposizione basta poco per fare un figurone davanti a quella parte di cittadini delusi dalla politica del governo.

Sono  storia di oggi le dichiarazioni di Bersani che dice sull’approvazione del cosiddetto processo breve da parte del Senato: “Alla Camera lotteremo con forza contro il ddl” e poi “Nel passaggio a Montecitorio saranno più chiari gli effetti della legge e questo spero potrà favorire una riflessione per la maggioranza”.  Insomma come sempre una botta di qua e una di là, per dire sì qualcosa, ma senza disturbare troppo che non si sa mai, in attesa di schierarsi con più forza contro ciò che dichiarerà Di Pietro… Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in politica

Franco Frattini e Bettino Craxi

Caro ministo, lei una volta era uno dei personaggi politici che stimavo maggiormente.

Non per le idee e le sue posizioni politiche, ma per il suo modo di porsi e di parlare alla gente.

Nelle settimane successive agli attentati dell’11 settembre 2001, il suo ruolo istituzionale la portò ad apparire sempre più spesso in televisione per spiegarci come si stava muovendo l’Italia e a quali rischi e doveri avrebbe dovuto far fronte negli anni a venire.

Il suo modo di esporre le cose era chiaro, deciso e rassicurante. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in politica

La politica di oggi – Fini capo dell’opposizione

Fini capo dell’opposizione” è’ il titolo che oggi appare sulla prima pagina de “il Fatto Quotidiano”.

Cronaca a parte, dopo il dialogo fuori onda captato e rivelato al pubblico, le considerazioni da fare sono diverse: per prima cosa c’è da dire che Fini ribadisce cose già dette anche in incontri ufficiali, seppur con parole diverse.

Ricordo perfettamente un suo intervento nel quale reclamava la possibilità di discutere sulle decisioni da prendere all’interno del partito e denunciava il fatto che dalle elezioni politiche in poi non ci fosse mai stata una discussione interna aperta ai vari dirigenti su nessun argomento. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in politica

Pierluigi Bersani segretario del Partito Democratico

bersaniDunque le primarie sono finite. A detta sia degli organizzatori che dei tre candidati c’è stata una grande partecipazione popolare con quasi tre milioni di votanti.

L’esito finale è stata la vittoria di Pierluigi Bersani che sia Francescini che Marino hanno prontamente riconosciuto. Al momento si parla di un 48% di consensi. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in politica