Archivi tag: pensieri

Self-Tracking su Rai RadioUno nel programma “Il Viaggiatore”

Lo staff tecnico del programma Il Viaggiatore, in onda ogni domenica mattina dalle 8:35 alle 9:30 sulle frequenze di RadioUno della Rai, ha dedicato una puntata all’argomento memoria.

Il punto di partenza era rappresentato dal racconto “Funes o della memoria” di Jorge Louis Borges (contenuto nella raccolta Finzioni) e a partire da quel punto la puntata ha preso forma toccando diversi aspetti legati alla memoria e non solo.

E’ stato ricordato il film Memento del regista Cristopher Nolan, autore di numerosi altri film di successo come Il cavaliere oscuro o l’ultimo Inception, sono stati ricordati alcuni episodi realmente accaduti di perdita di memoria vera e simulata e, tra le altre cose, è stato preso in considerazione anche il fenomeno del cosiddetto self-tracking al quale mi sono avvicinato negli ultimi tempi.

Con mia grande sorpresa nei giorni direttamente precedenti alla messa in onda del programma, sono stato contattato via facebook da Massimo Cerofolini conduttore del programma, il quale mi ha gentilmente invitato a portare la mia testimonianza sull’argomento definendomi “uno dei pochi self-tracker italiani”.

Ne è seguita una simpatica chiacchierata telefonica con Laura Pintus che è riuscita nel non facile compito di mettermi a mio agio e farmi parlare di questo mio esperimento personale.

Dopo aver ascoltando la trasmissione devo fare i miei complimenti alla redazione de “Il Viaggiatore” perchè ha montato la mia intervista in modo eccezionale, riuscendo nell’intento di tagliare tutte quelle parti dove la mia scarsa attitudine nello spiegare le cose mi aveva fatto impappinare.

Ringrazio inoltre la redazione per l’articolo di presentazione della puntata nel quale sono stato presentato come esperto del tema al fianco di nomi importanti come Gianni Golfera, Leandro Agrò e Andrea Barchiesi.

Per chi volesse ascoltare la trasmissione ecco la pagina del programma per lo streaming audio o lo scaricamento del file mp3 della puntata.

 

Annunci

1 Commento

Archiviato in esperimenti, self tracking, vita

Self-Monitoring – Novembre 2010 – Totali

Novembre 2010: Totali

Il monitoraggio dei dati personali, detto anche self-tracking, dell’intero mese di novembre per le categorie di attività tenute sotto osservazione, ha coperto un arco temporale medio di 16 ore e 47 minuti al giorno, pari al 70% di tutto il periodo tenuto sotto osservazione.

Il totale delle ore rilevate in questo mese di novembre 2010 per ogni tipo di attività è il seguente:

lettura = 47 ore e 32 minuti

scrittura =  3 ore e 4 minuti

televisione = 55 ore e 6 minuti di cui:

sport = 32 ore e 55 minuti

film = 3 ora e 55 minuti

programmi vari  = 18 ore e 16 minuti

corso inglese = 5 ora e 14 minuti

sport ciclismo= 10 ore e 5 minuti

guida = 30 ore e 28 minuti

lavoro = 162 ore e 21 minuti

dormire = 189 ore e 50 minuti

altre attività = 216 ore e 20 minuti

km percorsi a piedi = 113,74

km percorsi in bici = 272,30

Novembre 2010: Medie Giornaliere

Questi invece sono i risultati espressi in ore medie per giornata:

lettura = 1 ore e 35 minuti

scrittura = 6 minuti

televisione = 1 ora e 50 minuti di cui:

sport = 1 ora e 6 minuti

film = 8 minuti

programmi vari = 37 minuti

corso inglese = 10 minuti

sport ciclismo = 20 minuti

guida = 1 ora e 1 minuti

lavoro = 5 ore e 25 minuti

dormire = 6 ore e 20 minuti

altre attività = 7 ore e 13 minuti

Lascia un commento

Archiviato in esperimenti, pensieri, self tracking, vita

Self-Monitoring – Novembre 2010 seconda decade

Novembre 2010  seconda decade: Totali

Nel corso della seconda decade di questo mese di novembre, il tempo rilevato in tutte le categorie tenute sotto osservazione, ha coperto un arco temporale medio di 16 ore e 29 minuti al giorno, pari al 69% delle 24 ore.

Il totale delle ore rilevate in questi dieci giorni per ogni tipo di attività è il seguente:

lettura = 14 ore e 52 minuti

scrittura =  45 minuti

televisione = 9 ore e 6 minuti di cui:

sport = 6 ora e 17 minuti

film = 0

programmi vari  = 2 ore e 49 minuti Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in esperimenti, pensieri, self tracking, vita

Self-Monitoring – Novembre 2010 prima decade

Siamo finalmente giunti al termine della mia prima decade di auto monitoraggio, quel self-monitoring già illustrato in un articolo precedente.

La raccolta dati effettiva ha portato ad un rapido incremento del livello di dettaglio inizialmente immaginato, cosa che ha comportato l’inserimento di nuove categorie non previste in fase di analisi.

Un veloce riassunto del metodo utilizzato:

la premessa è che mi sono dato come obiettivo quello di monitorare in maniera oggettiva come si svolge una mia giornata tipo, in maniera tale da poter capire se sia possibile aumentare il tempo da dedicare ad attività soddisfacenti recuperandolo da altre meno importanti, senza per questo pensare di stravolgere nulla del quotidiano.

Per questo scopo ho deciso di impegnarmi nella raccolta di un volume significativo di dati che mi consentisse di creare una statistica ad hoc. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in esperimenti, pensieri, vita

Self-Monitoring o anche Auto Monitoraggio

In genere le persone non hanno il senso del tempo, vale a dire che spesso ci si esprime per sensazioni e non secondo dati veri.

Quante volte alla domanda tu fumi molto? si sente rispondere no, solo una sigaretta ogni tanto dopo il caffè oppure ingrasso solo a sentire gli odori e pensare che mangio pochissimo per non citare l’ormai classico beato te che hai il tempo per…

Quasi sempre queste affermazioni, pur non corrispondendo alla realtà delle cose, sono fatte in buona fede.

In alcuni casi invece, capita che siano atteggiamenti autogiustificativi messi in atto inconsciamente per evitare di dover affrontare certe realtà e quindi essere costretti a prendere decisioni.

Nei casi in cui possono esistere patologie, la cosa fondamentale è non tanto cominciare un percorso di correzione del problema, quanto prendere coscienza dell’esistenza del problema stesso.

Ecco quindi che la persona coinvolta viene invitata a tenere un diario sul quale prendere nota di ogni sigaretta fumata, di ogni cosa mangiata, ecc.

Registrare dati in maniera puntuale per poter fare analisi certe, spesso fornisce un quadro della realtà molto diverso dalla sensazione che ognuno ha della propria vita. Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in esperimenti, pensieri, self tracking, vita

Succede…

Succede che una sera mentre stai preparando una cena frugale suona il cellulare.

Succede che il nome sul display è quello della tua ex di qualche anno fa.

Succede che lei ti chiede un banalissimo ed inutile dettaglio riguardo ad un tuo viaggio di oltre dieci anni prima, quando ancora non uscivate insieme.

Succede che già mentre le dai questa inutile informazione ti stai facendo domande come tante altre volte in passato.

Succede che tu sai di non averci mai capito niente con lei.

Succede che non ci capisci nulla neanche questa volta.

Succede che sei consapevole che il momento per provare a capirci qualcosa è passato tempo fa.

Succede…

1 Commento

Archiviato in pensieri, Uncategorized, vita

Capire, Comprendere, Chiedere…

A volte mi capita di spiegare una procedura o una cosa tecnica a qualcuno e proprio mentre sto parlando percepisco sensazione: in quel momento so con assoluta certezza che mi ascolta non ci sta capendo nulla.

Lo vedo…lo sento…lo so.

Si vede dallo sguardo…si sente dal tono di voce con cui annuisce…insomma…è così.

Allora cerco di farmi capire utilizzando altre parole o ricorrendo ad esempi.

Quasi mai riesco nel mio intento e alla fine chiudo la mia spiegazione quasi depresso.

Solo in casi eccezionali qualcuno ti interrompe nel momento in cui sta perdendo il filo del discorso, rendendoti partecipe del suo punto di difficoltà. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in pensieri, vita

Diffido…

Diffido di chi sa sempre come stanno le cose…

Diffido di chi è troppo sicuro di sé…

Diffido di chi alza la voce…

Diffido di chi parlando di difetti indica pregi…

Diffido di chi dice di fare le cose per colpa di altri…

Diffido di chi non sa mai niente…

Diffido di chi dice di fare le cose nel tuo interesse…

Diffido di chi non fa mai verifiche…

Diffido di chi fa grandi saluti, ma non sempre… Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in pensieri, vita

Orgoglio

A volte, spesso direi, è meglio lasciare perdere.

La maggior parte delle discussioni nascono per motivi banali e degenerano per motivi ancora più banali.

Una sciocchezza del tipo: “Però mi avevi detto che il giornale lo compravi tu…” può finire in una contrapposizione netta dopo solamente tre o quattro scambi di battute.

Non è più intelligente in casi come questi lasciare cadere la questione con un “hai ragione mi sono scordato…” anche se non ne siamo convinti per nulla?

A me pare di sì. Continua a leggere

3 commenti

Archiviato in pensieri, vita

Manifestazione Sindaci Lombardi

La manifestazione indetta oggi dei sindaci della Lombardia per protestare contro i tagli agli enti locali effettuata con la finanziaria è un’occasione per dire alcune cose.

La prima è che non si sa più chi decide e chi risponde delle decisioni.

La seconda è che tutti possono avere motivi di lamentela e recriminazioni da fare.

La terza è che se si continua a guardare al singolo episodio e non ci si allontana per dare un’occhiata all’insieme, allora non cambierà mai nulla: tutti potranno sempre dire tutto e il contrario di tutto.

Facciamo un po’ di chiarezza. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in pensieri, politica