Archivi tag: genere saggistico

Zero zero zero – Roberto Saviano

zero zero zero“Il mondo ti fa schifo? Cambialo!”

“Conoscere è iniziare a cambiare!”

“Solo chi conosce queste storie può difendersi da queste storie.”

Da sempre la generalizzazione fornisce copertura a chi evita le responsabilità.

La frase sono tutti uguali favorisce il furbo a discapito dell’onesto e solo una conoscenza almeno di base consentirebbe di fare le opportune distinzioni.

Un’analisi anche non troppo approfondita permette sempre e comunque di evidenziare differenze tra le varie parti, siano esse politiche, sociali o altro.

Ancora: la conoscenza rende consapevoli le persone dei rischi e delle opportunità che una determinata situazione può offrire.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri

Un Ombrello Per Le Anguille – Michele Marziani

Pensavamo che le tue fossero favole.

No, sono storie di pesca.

Una serie di racconti dove la malinconia, i ricordi e un certo non so che di passato che più non può tornare, la fanno da padrone.

Ma l’ultimo libro sulla pesca dello scrittore riminese Michele Marziani Un ombrello per le anguille non è solo questo.

Ben altre cose sono nascoste nelle storie qui raccontate; cose che solo leggendo tra le righe è possibile scoprire, magari anche inconsciamente, seguendo nemmeno troppo attentamente le azioni dei protagonisti, lasciandoli ai dettagli delle loro avventure, ma cercando di annusare il profumo del fiume, del pesce, del lago, della colazione fatta quando fuori è ancora buio.

I più giovani probabilmente non sanno e non possono sapere di cosa sta parlando Michele Marziani quando scrive libri come questo, ma chi ha avuto la fortuna di avere un padre o comunque qualcuno che partiva da casa in orari oramai troppo difficili da ripetere, ha messo insieme un bagaglio culturale che lo distingue dal resto delle persone e che lo può aiutare a cogliere gli aspetti di cui parla.

Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in libri, recensioni libri

Indignatevi! – Stephane Hessel

Indignatevi! di Stephane Hessel è un libro che si presta ad un dibattito piuttosto acceso.

Il testo originale di sole 32 pagine viene qui corredato da un insieme di commenti e recensioni che, a mio modo di vedere, hanno come funzione principale il portarlo ad una lunghezza pubblicabile, piuttosto che quello di preparare il terreno per una discussione vera e propria.

Il saggio presenta indicazioni concrete che però hanno come argomento realtà troppo fuori dalla vita comune dei giovani di oggi.

Condivido in pieno alcune frasi che fungono da sprone:

“Auguro a tutti voi, a ciascuno di voi, di avere il vostro motivo di indignazione. E’ una cosa preziosa. Quando qualche cosa vi indigna come sono stato indignato io per il nazismo, allora si diventa militante, forte ed impegnato.” Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri

Il Disagio Della Libertà – Corrado Augias

Un vecchio detto popolare rammenta che ciascuno finisce con l’avere ciò che si merita.

In questo suo ultimo libro Il disagio della libertà, Corrado Augias non dice precisamente la stessa cosa anche se ci va molto vicino.

Il concetto che esprime con questa ricerca è sostanzialmente il fatto che noi Italiani non siamo poi così interessati alla libertà vera e propria.

Attraverso una lunga serie di esempi presi sia dalla stretta attualità sia dal passato, mette in luce quei comportamenti che hanno come scopo l’opportunismo personale oppure l’accondiscendenza verso il proprio capo o superiore che sia.

Quei casi cioè dove a volte si sfiora anche il ridicolo pur di fare contento il potente di turno.

Sembra fin troppo facile puntare il dito verso il gruppo di parlamentari che qualche mese fa, per salvare il premier Berlusconi, dichiararono di essere convinti che la famosa Ruby fosse veramente la nipote di Mubarak.

Infatti non è questo il punto, la cosa viene citata come semplice esempio di rinuncia della libertà individuale ( quanti saranno stati veramente convinti di ciò che hanno votato? ) a favore di un “bene più alto”, mettiamola così. Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in libri, recensioni libri

Il Quaderno Degli Orti Veneziani – Elisabetta Tiveron

Il Quaderno degli Orti Veneziani di Elisabetta Tiveron è un libro interessante.

Racconta di come fino a non molti anni fa, al contrario di quanto si possa immaginare in questi tempi moderni, Venezia fosse “contaminata” da insospettabili e numerosi campi ed orti; la parola campi che sta ad indicare le piazze della città infatti, deriva proprio da queste tradizioni.

Nella sostanza questo quaderno, come dice il titolo stesso, è composto da due itinerari che percorrono la città lungo i due estremi.

Due percorsi guidati che ci possono far scoprire luoghi antichi non più visibili, ma anche qualche angolo nel quale la tradizioni è sopravvissuta fino ai giorni nostri.

Non mancano alcune ricette della tradizione come ad esempio quelle con i carciofi, giusto per citarne una.

Il libro fa parte di una serie di altri Quaderni curati da altri autori ed è stampato come un vero e proprio quaderno di scuola a righe con un bel carattere corsivo che contribuisce a creare un’atmosfera prettamente casalinga.

Cosa intrigante sarebbe percorrere di persona i due itinerari utilizzando il libro come una vera e propria guida.

Tempo di lettura: 1h 01m

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri

Il Paese Dei Ghiottoni – Michele Marziani

I Ghiottoni sono cittadini del mondo, ma siccome amano il retrobottega della vita, abitano e frequentano posti come Frusaglia, luoghi dove il tempo va piano, dopo c’è sempre l’occasione per sedersi a tavola, per leggere un libro, per giocare a tressette, per mettersi a cantare.

Ecco dunque spiegato di chi e di che cosa parla Michele Marziani in questo suo Il paese dei Ghiottoni.

Oppure no, forse ho mentito.

Questo libro non parla dei Ghiottoni, ma è un libro di viaggi, anzi un libro per viaggiare.

Il viaggio per eccellenza, quello che si fa con la fantasia ( qualcuno direbbe il viaggio con la V maiuscola, ma a me questa espressione non è mai piaciuta, come del resto tante altre che si sentono dire… ).

Perché anche chi non può spostarsi di un solo metro dal luogo in cui è bloccato, in realtà con la fantasia e la forza della mente, può andare dove vuole.

Ecco allora questo viaggio multidimensionale. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri

Nulla Succede Per Caso – Robert H.Hopcke

La lettura di un libro di questo genere necessita di un atteggiamento particolare; ciò che va assolutamente evitato è il tipo di approccio di chi vuole sapere come stanno le cose nella realtà.

Non è questo lo scopo del libro, né il tipo di risposta che esso può dare al lettore.

Nel senso che l’autore dice e spiega quello che secondo lui è il motivo per cui tutte queste coincidenze vengono da noi notate, a differenza di tante altre che invece ci lasciano indifferenti.

Per spiegarmi meglio voglio dire: se avete già una vostra convinzione forte riguardo a questi “fenomeni”, beh allora non leggete questo libro perchè perdereste tempo.

Se trovaste qualcosa che vi soddisfa ne trarreste conclusioni affrettate; viceversa se trovaste un pensiero contrario al vostro, allora cerchereste di confutarlo senza pensarci un attimo.

Il libro va letto con semplice curiosità.

Solo con questa premessa diventa interessante, altrimenti sarebbe come leggere chiedere un consiglio ad un amico quando in realtà ci si vuole sentir dire una cosa precisa, oppure leggere un oroscopo credendoci per davvero.

La curiosità senza posizioni predeterminate e senza nemmeno la pretesa di averne una ben chiara a fine lettura.

Questo è l’unico modo di porsi di fronte ad una lettura del genere. Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in libri, recensioni libri

Un Romagnolo Sul Cammino Di Santiago De Compostela – Luigi Manara

Questo è stato un libro importante per me; probabilmente non per quelle che erano le aspettative dell’autore, bensì per tutta una serie di riflessioni che questa lettura mi ha ispirato.

Per lungo tempo avevo assaporato il pensiero di intraprendere prima o poi il Cammiano di Santiago.

Le mie erano intenzioni non legate al pellegrinaggio in senso stretto, né tantomeno ad un qualcosa da condividere con molti altri.

Vedevo il percorso come un qualcosa di intimo, per certi versi probabilmente anche spirituale, ma non nel senso classico del termine.

Il racconto di Luigi Manara, quasi mio compaesano, è una cronaca abbastanza puntuale delle tappe e degli incontri da lui avuti durante i giorni che lo hanno portato fino a Compostela.

Il libro è per molti aspetti utile perchè come un resoconto di viaggio, fornisce indicazioni specifiche su come trovare alloggio e sul funzionamento pratico di molti degli ostelli che si trovano lungo la via. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri

Tutto su Stephen King – Bev Vincent

Questo bel libro si rivolge sia agli appassionati di Stephen King sia più in generale agli scrittori in erba.

I primi potranno trovare un volume pieno di aneddoti e curiosità che riguardano il loro scrittore preferito; i secondi invece, troveranno spunti ed incentivazioni psicologiche per proseguire con spinta rinnovata verso il sogno della vita.

Il libro è strutturato in 14 capitoli, ciascuno dei quali presenta una parte descrittiva, un insieme di fotografie spesso inedite, diverse immagini di documenti originali ed una busta trasparente che contiene alcuni fantastici allegati.

Si tratta spesso di riproduzioni di manoscritti originali o di corrispondenza tra l’autore ed il suo editor.

Il lettore appassionato viene a conoscenza degli avvenimenti principali della vita di King senza incappare in una lunga e monotona biografia.

In questo caso ci si trova di fronte solo a brevi accenni di vita, a quei piccoli fatti che hanno ispirato la nascita dei libri più importanti. Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in libri, recensioni libri

Il Secondo Aereo – Martin Amis

Non so cosa mi aspettassi da questo libro.

Avevo letto che si trattava di una sorta di saggio che incominciava dalla situazione presente nel mese direttamente successivo agli attentati di New York e da lì partiva per un percorso che, attraverso articoli di giornali, recensioni cinematografiche, interviste varie e scritti dell’autore, avrebbe portato fin verso la fine del decennio mostrando come alcune opinioni col passare del tempo si rafforzino mentre altre perdano sostanza.

Quello che però mi aspettavo era qualcosa di diverso da ciò che ho trovato.

Mi è parso un grosso calderone dove dentro è stato messo un po’ di tutto senza che questo porti ad un qualcosa di tangibile.

Non saprei spiegare bene di cosa tratta il libro; o per meglio dire la cosa che viene naturale chiedersi al termire della lettura è: “E allora?”

Meglio dieci dibattiti televisivi con ospiti in contrapposizione l’uno con l’altro, almeno c’è un approccio più diretto.

Martin Amis mi era piaciuto molto nelle mie prime letture, ma poi con Cane giallo e con quest’altro libro ha perso molto del suo appeale.

Un libro che può tranquillamente essere lasciato dov’è.

Tempo di lettura: 6h 04m

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri