Archivi tag: tre volte all’alba

Con gli occhi chiusi – Federigo Tozzi

con gli occhi chiusiUn libro dei ricordi, una testimonianza di un mondo che non c’è più.

Questo è solo uno dei modi con cui è possibile catalogare oggi un’opera come Con gli occhi chiusi di Federigo Tozzi, ed è il mio.

Dico oggi perché, se una volta poteva essere il racconto di una vicenda che coinvolge classi sociali sostanzialmente diverse a creare sia attenzione che forse anche un qualche scandalo, nei tempi moderni certamente questa riflessione non è più valida.

La storia della Ghisola e di Pietro oggi passerebbe inosservata, mentre invece quello che non passa per nulla inosservato è tutto un insieme di aspetti che ormai non trovano più riscontro alcuno, come ad esempio il linguaggio e le usanze del tempo.

Per l’appunto ricordo che il libro venne scritto dall’autore nel lontano 1919 e presenti molti aspetti autobiografici.

Il linguaggio della scrittura dell’opera è abbastanza particolare e presenta molte differenze con la lingua che siamo stati abituati a parlare negli ultimi 40 anni, basti citare alcune espressioni come a pena (appena), né meno (nemmeno), a posta (apposta), briaco (ubriaco), leticata (litigata), doventare (diventare); molte altre ancora sono presenti nei dialoghi e nelle espressioni dell’autore.

Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri

Vita da Lettore – Una storia felice…riepilogo letture 2012

Annata 2012

73 titoli  –  383h 46m

Dicembre   (  10 titoli  –  46h 53m  )

marty feldman

Marty Feldman

Robert Ross

***  commento

31 dicembre 2012

11h 06m

miele

Miele

Ian McEwan

****  commento

26 dicembre 2012

9h 52m

storia di un gatto e del topo che diventò suo amico

Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico

Luis Sepulveda

***

19 dicembre 2012

0h 30m Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri, riepilogo letture, self tracking, vita

Tre Volte All’Alba – Alessandro Baricco

La lettura di quest’ultimo libro di Alessandro Baricco mi ha lasciato sensazioni contrastanti.

Tre volte all’alba è un piccolo libretto contenente tre racconti, a detta dell’autore una sorta di spin-off del romanzo Mr.Gwyn da me già letto e commentato.

Indipendentemente dal fatto che i collegamenti con l’opera precedente siano più o meno esistenti ( lo stesso Baricco nella prefazione dice che questo volume può essere letto anche come opera a sé ), c’è da sottolineare come la formula sia un po’ ambigua, se così si può dire.

Mi spiego: i racconti sono interessanti, portano dentro la sensazione di un qualcosa di più grande che inevitabilmente deciderà del destino dei protagonisti, nel senso che anche quando le situazioni sembrano andare verso soluzioni positive, c’è sempre la sensazione che poi quel positivo ci sia ma non fino in fondo.

Sono tre storie che finiscono all’alba, vale a dire che hanno il loro decorso durante la notte e ciò contribuisce ad alimentare quell’atmosfera un po’ cupa tipica delle situazioni complicate.

Una buona lettura quindi. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in libri, recensioni libri