Archivi tag: pastorale americana

Donne e Uomini – Richard Ford

donne e uominiSono rimasto soddisfatto da questa mia prima lettura di Richard Ford.

Donne e uomini è un libro costituito da un insieme di tre racconti accomunati dal dialogo interiore dei protagonisti.

In particolar modo il primo e l’ultimo, intitolati rispettivamente Il donnaiolo e Occidentali, hanno molto in comune sia come soggetto che come ambientazione.

Gran parte degli avvenimenti infatti trova un suo svolgimento nel centro di Parigi e in entrambi i casi si parla di donne e di uomini che attraversano crisi personali o di coppia.

Il secondo racconto, che porta il titolo di Geloso, è invece una storia differente dalle altre due, sia per il protagonista che per l’evoluzione vera e propria della vicenda, tanto che alla fine del libro appare non molto in linea con il resto.

Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri

Ragazzo da Parete – Noi siamo Infinito – Stephen Chbosky

ragazzo da pareteInteressante la forma, non male la sostanza.

Avrei decisamente escluso la possibilità che un romanzo epistolare potesse piacermi.

Mi ero avvicinato ad una lettura del genere grazie ad uno dei tanti giochi di lettura che si organizzano su aNobii.

Del resto il loro scopo reale seppur nascosto, è proprio quello di incentivare il lettore ad ampliare la propria prospettiva per affrontare opere mai prese in considerazione.

E’ esattamente il caso di questo Ragazzo da parete di Stephen Chbosky.

La forma consiste in un lungo elenco di lettere, ad ogni capitolo ne corrisponde una, inviate in forma anonima ad un amico non ben identificato.

La sostanza racchiusa in queste lettere è la storia di un ragazzo di nome Charlie che racconta le proprie vicende quotidiane all’interno di una scuola superiore americana.

Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in libri, recensioni libri

Quando lei era buona – Philip Roth

quando lei era buonaUn Philip Roth inatteso quello che ho incontrato leggendo Quando lei era buona.

Infatti in questo libro da lui scritto nell’ormai lontano 1967 c’è tanto di diverso dalle altre mie letture dell’autore americano; si tratta del suo terzo libro e forse ai tempi non aveva ancora trovato il suo filone personale.

La cosa che più differenzia questa storia da tutte le altre è l’evidente mancanza assoluta di personaggi di origine ebraica in tutto il libro; di quella che diventerà una costante nei lavori futuri ( almeno della decina da me letti ) qui non c’è traccia.

Evidente invece è la somiglianza strutturale con il suo libro forse più importante: Pastorale Americana.

In entrambi si raccontano le vicende di alcune famiglie americane di stampo classico, quelle tipiche degli anni cinquanta soggetto di tanti film e serie tv, nelle quali le tradizioni e le apparenze sono cosa prioritaria tra quelle da salvaguardare.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri

Vita da Lettore – Una storia felice…riepilogo letture 2010

Annata 2010

71 titoli

Dicembre   ( 4 titoli  )

frankensteinFrankenstein

Mary Shelley

****  commento

31 dicembre 2010

.

la caffettiera del masochista

La caffettiera del masochista

Donald A. Norman

****  commento

23 dicembre 2010

.

appunti di un venditore di donneAppunti di un venditore di donne

Giorgio Faletti

****  commento

17 dicembre 2010

.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri, riepilogo letture, self tracking, vita

Letture Aprile 2010

05  aprile 2010

Pastorale Americana –  Philip Roth

16  aprile 2010

La Parola Contro La Camorra –  Roberto Saviano

17  aprile 2010

Educazione Siberiana –  Nicolai Lilin

28  aprile 2010

Riportando Tutto A Casa –  Nicola Lagioia

Lascia un commento

Archiviato in libri, riepilogo letture

Pastorale Americana – Philip Roth

Roth in questo romanzo percorre le vicende di tre generazioni di cittadini americani, ebrei e non.

Il titolo Pastorale Americana si riferisce al Giorno del Ringraziamento che rappresenta probabilmente l’unica occasione nella quale i cittadini americani si incontrano “per giunta sul terreno neutrale e sconsacrato, quando tutti mangiano le stesse cose…un tacchino colossale che le sazia tutte… Una moratoria sui cibi stravaganti, sulle curiose abitudini e sulle esclusività religiose, una moratoria sulla nostalgia degli ebrei, una moratoria su Cristo. Una moratoria su ogni doglianza e su ogni risentimento per tutti coloro che in America diffidano l’uno dell’altro.” Continua a leggere

4 commenti

Archiviato in libri, recensioni libri