Archivi tag: nessuno sa di noi

Premio Strega 2013 – La cinquina finalista secondo me

Classifica personale:

nessuno sa di noi

Nessuno sa di noi – Simona Sparaco

Voto: 4/5  recensione

Luce e Pietro stanno per avere un figlio: qual è la cosa giusta quando tutte le strade portano ad un vicolo cieco?

*

le colpe dei padriLe colpe dei padri – Alessandro Perissinotto

Voto: 4/5  –  recensione

Decisioni aziendali, licenziamenti, lotta di classe e un passato difficile con cui fare i conti.

*

figli dello stesso padreFigli dello stesso padre – Romana Petri

Voto: 3/5  –  recensione

Germano ed Emilio figli dello stesso padre, ma di due donne diverse. Una relazione difficile.

*

mandami tanta vitaMandami tanta vita – Paolo Di Paolo

Voto: 3/5  –  recensione

Moraldo e Piero (Gobetti) alle prese con il rischio di essere giovani nella Torino del 1926.

*

resistere non serve a nienteResistere non serve a niente – Walter Siti

Voto: 2/5

Criminalità, finanza, denaro e ragazze facili; un racconto molto attuale, fin troppo.

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri

Nessuno sa di noi – Simona Sparaco

nessuno sa di noiNon conoscevo Simona Sparaco e la presenza del suo Nessuno sa di noi nella cinquina finalista del premio Strega 2013 è stata per me motivo di curiosità sufficiente a spingermi ad affrontarne la lettura.

Il tema è senza dubbio importante e complesso; pieno di sfaccettature etiche e sociali che lasciano spazio ad infiniti approfondimenti che probabilmente non metterebbero d’accordo  nessuno.

Nel caso di questo libro l’intento non è quello di indicare quale sia la giusta strada da seguire.

L’autrice si fa portavoce di una realtà difficile, ignorata dal dibattito pubblico in quanto caso particolare all’interno di un argomento fin troppo vasto, ma che comunque coinvolge percentuali importanti di vite e di famiglie.

Si parla di aborti terapeutici e di interruzioni di gravidanza volontarie a fronte di esami clinici che rilevano problemi gravi nel feto.

Direi che nel libro non si percepisce una posizione netta né a priori, né tantomeno a posteriori.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri