Archivi tag: marco valenti

RIP – Marco Valenti

ripNel suo ultimo libro il bravo Marco Valenti non racconta solamente una storia, racconta un pezzo di vita.

RIP narra una vicenda pesante che viene ingigantita da burocrazie altrettanto pesanti arrivando a sfiorare il grottesco se non fosse che, trovandosi di fronte alla drammatica realtà, tale aspetto decade immediatamente lasciando spazio ad un senso di irritazione difficile da smaltire.

In un Paese dove le carte oramai hanno raggiunto le dimensioni di un mare sconfinato, l’alternanza degli incontri con personaggi che vanno dal medico dell’ASL, assolutamente sospettoso verso qualsiasi documento stilato da altri, agli impiegati dell’ufficio nel cimitero del Verano, con il loro straordinario paradosso burocratico, fa molto pensare.

Il libro tratta l’odissea di un figlio che altro non chiede che di dare l’estremo saluto all’amato padre ed invece si trova costretto a trascorrere lunghi mesi in compagnia di ritardi, ricordi, difficoltà, scoperte, incontri e diverse pratiche snervanti.

Un pezzo di vita in questa nostra Italia dove a volte neppure il distacco avviene secondo canoni di semplicità e serenità.

Per fortuna ci sono associazioni che danno una grandissima mano come la Comunità di Sant’Egidio e personaggi come Marco Valenti che ce lo fanno sapere.

Tempo di lettura: 2h 15m

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri

Vita da Lettore – Una storia felice…riepilogo letture 2012

Annata 2012

73 titoli  –  383h 46m

Dicembre   (  10 titoli  –  46h 53m  )

marty feldman

Marty Feldman

Robert Ross

***  commento

31 dicembre 2012

11h 06m

miele

Miele

Ian McEwan

****  commento

26 dicembre 2012

9h 52m

storia di un gatto e del topo che diventò suo amico

Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico

Luis Sepulveda

***

19 dicembre 2012

0h 30m Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri, riepilogo letture, self tracking, vita

Quel Colore Delle Foglie In Autunno – Marco Valenti

Come ripeto ogni volta che scrivo un commento, i racconti non sono il mio genere preferito pertanto, seppur inconsciamente, in qualche maniera quando prendo in mano una raccolta di storie brevi, un po’ questa cosa mi condiziona.

Non sono mai riuscito a capire bene quale fosse il miglior ritmo di lettura: ho provato a leggere qualche racconto nel corso della stessa serata e ho provato a leggerne uno solo per giorno, per non parlare delle varie situazioni intermedie.

Ebbene, quasi mai sono uscito soddisfatto da questi miei tentativi.

E allora cerco di concentrarmi su altre cose, quelle che magari nei romanzi più complessi non ricevono un’attenzione così impegnata da parte mia essendo probabilmente in quelle occasioni più  concentrato sulla storia.

Una su tutte è certamente l’atmosfera di fondo che avvolge i racconti e che contribuisce ad instaurare quel clima poi determinante nel modo di porsi verso la lettura. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri