Archivi tag: haruki murakami

Vita da Lettore – Una storia felice…riepilogo letture 2008

Annata 2008

72 titoli

Dicembre   (  7  titoli  )

nelle terre estremeNelle terre estreme

Jon Krakauer

*****

30 dicembre 2008

.


posizioni compromettentiPosizioni compromettenti

Susan Isaacs

***

27 dicembre 2008

.

l'uccello che girava le viti del mondo

L’uccello che girava le viti del mondo

Haruki Murakami

****

26 dicembre 2008

.

Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri, riepilogo letture, self tracking, vita

A Sud del confine, a Ovest del Sole – Haruki Murakami

a sud del confine a ovest del soleQuesto Murakami è diverso dal solito: sembra meno fantasioso e forse anche meno surreale di quanto appaia in altre sue opere dello stesso periodo.

Non saprei dire se si tratta di maturità o di una ricercata voglia di restare con i piedi per terra, comunque stiano le cose mi è parso un libro differente dagli altri.

Capire Hajime e non giudicarlo semplicemente secondo le sue azioni, è il nocciolo della question; seguire le sue vicende vestendo i panni di un osservatore esterno o viceversa viverle in prima persona, fa un enorme differenza.

E’ la capacità di libera interpretazione da parte del lettore che Haruki Murakami mette alla prova in questo suo A sud del confine, a ovest del Sole del 1992.

Non è facile infatti seguire le vicende del protagonista senza giudicare e senza prendere posizione man mano che la storia viene raccontata; tuttavia a mio avviso tutte le situazioni  sarebbero da considerare in chiave distaccata.

A volte quella che viene definita come capacità di immedesimazione viene inquinata dalle esperienze personali e dunque non ne risulta una condizione neutrale come sarebbe necessario che fosse per poter avere una opinione vera sui personaggi che capita di incontrare nel corso delle nostre letture. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri

Vita da Lettore – Una storia felice…riepilogo letture 2012

Annata 2012

73 titoli  –  383h 46m

Dicembre   (  10 titoli  –  46h 53m  )

marty feldman

Marty Feldman

Robert Ross

***  commento

31 dicembre 2012

11h 06m

miele

Miele

Ian McEwan

****  commento

26 dicembre 2012

9h 52m

storia di un gatto e del topo che diventò suo amico

Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico

Luis Sepulveda

***

19 dicembre 2012

0h 30m Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri, riepilogo letture, self tracking, vita

L’Arte Di Correre – Haruki Murakami

Affronto i compiti che ho davanti e li porto a compimento uno ad uno. Concentro l’attenzione su ogni singolo passo, ma al tempo stesso cerco di avere una visione globale e di guardare lontano.

Perché si dica quel che si vuole, ma io sono un maratoneta.

Haruki Murakami scrive questo libro, L’arte di correre, tra il 2005 e il 2006 facendo una sintesi degli appunti raccolti in circa 25 anni di corsa e realizza in questo modo una sorta di vademecum sulla filosofia che lega quelle attività che richiedono costanza, abnegazione e tutta una serie di altre doti specifiche che accomunano attività solo in apparenza molto diverse tra loro.

Di conseguenza, solo in apparenza si parla di atletica, corsa e podismo; in realtà il protagonista vero di quest’opera non può essere altri che il modo di porsi di fronte ad obiettivi importanti.

Numerosissime sono infatti le affinità tra il mestiere di scrittore e quello di corridore delle lunghe distanza ed è su questi aspetti che l’autore giapponese vuole concentrare l’attenzione del lettore.

Il libro è molto bello ed interessante per chi ha praticato sport a livello dilettantistico, in special modo sport di fondo, ma anche chi cerca di cimentarsi nella realizzazione di storie, racconti o romanzi, può trovare diversi spunti utili. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri

1Q84 – Haruki Murakami

1Q84 di Haruki Murakami è stato il mio primo libro letto nella veste di partecipante ad un gruppo di lettura e come esperienza si può dire abbia avuto aspetti sia positivi che negativi.

La parte più interessante è stata lo scambio di idee tappa dopo tappa ( la lettura era cadenzata secondo un certo numero di pagine settimanali ) che si riesce ad avere con gli altri lettori.

In particolar modo ci si rende conto di come ognuno veda le cose in maniera diversa, come se ciascun lettore avesse tra le mani un libro con una introduzione dettagliata in stile “guida alla lettura” o delle note aggiuntive per spiegare i punti di vista e gli aspetti non chiariti.

Ciò può dar luogo a dibattiti interessanti e coinvolgenti.

Come principale nota negativa invece c’è da sottolineare il vincolo dei tempi di lettura al quale in qualche modo ci si deve adeguare.

Questa cosa toglie in parte quel senso di libertà che penso chiunque prenda in mano un libro si trovi a provare.

Poco male comunque…allora libro in mano e che la lettura abbia inizio! Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri