Archivi tag: genere viaggi

Il Quaderno Degli Orti Veneziani – Elisabetta Tiveron

Il Quaderno degli Orti Veneziani di Elisabetta Tiveron è un libro interessante.

Racconta di come fino a non molti anni fa, al contrario di quanto si possa immaginare in questi tempi moderni, Venezia fosse “contaminata” da insospettabili e numerosi campi ed orti; la parola campi che sta ad indicare le piazze della città infatti, deriva proprio da queste tradizioni.

Nella sostanza questo quaderno, come dice il titolo stesso, è composto da due itinerari che percorrono la città lungo i due estremi.

Due percorsi guidati che ci possono far scoprire luoghi antichi non più visibili, ma anche qualche angolo nel quale la tradizioni è sopravvissuta fino ai giorni nostri.

Non mancano alcune ricette della tradizione come ad esempio quelle con i carciofi, giusto per citarne una.

Il libro fa parte di una serie di altri Quaderni curati da altri autori ed è stampato come un vero e proprio quaderno di scuola a righe con un bel carattere corsivo che contribuisce a creare un’atmosfera prettamente casalinga.

Cosa intrigante sarebbe percorrere di persona i due itinerari utilizzando il libro come una vera e propria guida.

Tempo di lettura: 1h 01m

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri

Un Romagnolo Sul Cammino Di Santiago De Compostela – Luigi Manara

Questo è stato un libro importante per me; probabilmente non per quelle che erano le aspettative dell’autore, bensì per tutta una serie di riflessioni che questa lettura mi ha ispirato.

Per lungo tempo avevo assaporato il pensiero di intraprendere prima o poi il Cammiano di Santiago.

Le mie erano intenzioni non legate al pellegrinaggio in senso stretto, né tantomeno ad un qualcosa da condividere con molti altri.

Vedevo il percorso come un qualcosa di intimo, per certi versi probabilmente anche spirituale, ma non nel senso classico del termine.

Il racconto di Luigi Manara, quasi mio compaesano, è una cronaca abbastanza puntuale delle tappe e degli incontri da lui avuti durante i giorni che lo hanno portato fino a Compostela.

Il libro è per molti aspetti utile perchè come un resoconto di viaggio, fornisce indicazioni specifiche su come trovare alloggio e sul funzionamento pratico di molti degli ostelli che si trovano lungo la via. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri

Antartide – Tito Barbini

Questo libro di Tito Barbini, il secondo per me, è molto diverso dalla mia lettura precedente Le nuvole non chiedono permesso.

Antartide è uno scritto decisamente più intimo dove l’avventura e il viaggio verso il continente dei ghiacci fanno quasi da sfondo per le riflessioni e le analisi introspettive dell’autore.

Non manca certamente tutta quella parte di cronaca e di descrizione dei luoghi e dei paesaggi e non manca neppure nulla per quanto riguarda le genti incontrate, compreso numerosi aneddoti sui compagni di viaggio incrociati per strada, così come non mancano nozioni e riferimenti storici sulla scoperta e l’esplorazione del continente.

Eppure per gran parte del tempo che ho impiegato per completare questa lettura ho sentito e respirato un’atmosfera da tono minore.

Mi spiego, il libro mi è piaciuto, però…

Ecco, forse questo però potrebbe essere causa di dibattito e magari il bello sta proprio qui. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri

Le Nuvole Non Chiedono Permesso – Tito Barbini

Un viaggio che ti porta lontano ti aiuta a riordinare le priorità della tua vita, di tutta la tua vita.

Il libro di Tito Barbini a mio parere sarebbe dovuto cominciare in questo modo; invece questa citazione è presa da pagina 113, quindi ben oltre la metà dell’opera e viene preceduta da tutta una serie di altre riflessioni che aiutano a comprendere meglio la personalità e gli avvenimenti della vita dell’autore.

Questo libro di Barbini è un libro che può essere classificato nella cosiddetta letteratura di viaggio, ma non solo, infatti alterna molto spesso le varie scoperte del viaggiatore a sue riflessioni non legate al viaggio in sé.

Ne risulta un libro che offre una enormità di spunti quasi appena accennati, ma non per questo superficiali.

Ogni singolo capitolo potrebbe essere approfondito e sviluppato in varie maniere come l’archivio di idee di un narratore o di un regista. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri