Archivi tag: genere storico

L’Inverno del Mondo – Ken Follett

l'inverno del mondoLa trilogia The Century, iniziata un paio di anni fa con il primo libro La caduta dei giganti, prosegue la sua storia con questo secondo capitolo.

L’inverno del mondo racconta infatti le vicende delle cinque famiglie protagoniste della storia, partendo dall’avvento del nazismo in Germania come conseguenza diretta delle difficili condizioni economiche dovute alle sanzioni della prima guerra mondiale, condizioni poi ulteriormente aggravatesi con la crisi del 1929 e la grande depressione che ne seguì.

Come nel caso del primo romanzo, anche in questo secondo episodio le vicende possono essere viste in maniera diversa a seconda della sensibilità e degli interessi del lettore.

Le più romantiche e gli amanti delle fiction troveranno probabilmente stimolante seguire le varie vicende sentimentali che anche in questo secondo capitolo il buon Ken Follett ha largamente disseminato tra le circa mille pagine del libro.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri

Il Mio Nome E’ Nessuno – Il Giuramento – Valerio Massimo Manfredi

Potevo riflettere, pensare, decidere, ma dovevo ammettere che una guerra per la donna più bella del mondo era l’unica che potesse avere senso.

Tutti quanti conoscono L’Odissea, chi più chi meno. Ci è stata propinata in molti modi: da studiare a scuola sul libro di epica oppure da vedere in televisione sotto forma di sceneggiato avventuroso in tempi in cui la definizione serie tv non era ancora in voga, per non parlare del cinema e della sua forma più classica: il lungometraggio.

Nei primi anni novanta venne anche realizzata una divertente parodia marcata mediaset,  con personaggi noti al pubblico televisivo.

Allora perché un’altra volta L’Odissea?

Perché dopo tanti anni la rievocazione di uno dei poemi per eccellenza delle letteratura classica non può fare male, anzi.

Valerio Massimo Manfredi è specializzato in romanzi storici e conosce perfettamente il periodo e i luoghi di riferimento avendone scritto già molto in molti dei suoi libri.

E’ uno scrittore che in questo genere di narrazione riesce sempre ad essere interessante e coinvolgente, basta lasciarsi andare e seguire il corso degli eventi pagina dopo pagina. Continua a leggere

3 commenti

Archiviato in libri, recensioni libri

La Ricerca – Nikos Thèmelis

“Se è per trovare ciò che cerchi, allora vai. Se non cerchi niente, prima trova perchè non cerchi niente”.

Questa frase detta dal protagonista Kilos al suo padrone e miglior amico Vaios nel momento in cui quest’ultimo esprime l’intenzione di partire per la Germania, è forse la più significativa del libro.

Come dice il titolo dell’opera, il tema del romanzo è la ricerca.

Ogni personaggio, come del resto tutti nella vita, è alla ricerca di qualcosa, forse di una propria realizzazione, forse di altro; chi insegue il potere, chi l’amore, chi il sapere, chi la ricchezza.

Il romanzo è ambientato negli anni che vanno dal 1880 al 1920 circa e la zona nella quale hanno luogo gli avvenimenti è principalmente quella al confine tra la Grecia e la Turchia.

Il contesto storico vede una comunità multietnica (greci, turchi, circassi, armeni, ecc.) che cerca di far convivere le varie componenti in maniera non distruttiva, anche se sullo sfondo le difficoltà e le problematiche sono sempre ben presenti. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri

L’Uomo Di Vento – Emmanuel Dongala

Mankunku è il nome del protagonista di questo romanzo.

E’ nato in un villaggio nel cuore del Continente Nero in un periodo nel quale la cosiddetta civiltà non è ancora arrivata.

Grazie ad alcune doti personali e alla famiglia che lo cresce, il protagonista del romanzo diventa un protagonista anche all’interno della propria comunità.

Testardo, efficiente, innovativo, il temperamento del giovane lo porta ad una duplice condizione.

Da un lato riesce in tutto ciò in cui si cimenta: ottimo cacciatore, ottimo fabbro e uomo di medicina; dall’altro le sue capacità personali e la sua fiducia nell’uomo in senso generale lo portano a scontrarsi con le tradizioni antiche e con gli uomini che con furbizia le sostengono per convenienze personali.

Inizia così un percorso difficile e pieno di episodi drammatici che si inaspriscono quando arriva l’uomo bianco a colonizzare il Paese.

E’ una vera e propria riduzione in schiavitù che viene avallata dai capi villaggio che vendono la propria gente allo straniero per convenienza e gloria personale. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri

Il Cimitero di Praga – Umberto Eco

Senza voler mettere in discussione l’autorevolezza dell’autore, la sensazione rimastami dopo la lettura de Il cimitero di Praga è quella di un intellettuale che per quanto riguarda la scrittura di romanzi vive ancora della rendita de Il nome della rosa.

Non a caso a mio parere anche dopo le tante vendite di questo suo lavoro, Umberto Eco per il grande pubblico continuerà ad essere conosciuto come l’autore di quel libro.

Il cimitero di Praga presenta un’idea bella e particolare, vale a dire una narrazione a più livelli che coinvolge e che sembra provenire dal mondo del cinema.

Anzi, a pensarci bene probabilmente il metodo è più adatto al cinema dove il continuo alternarsi delle personalità del protagonista potrebbe essere ben supportato da qualche effetto speciale. Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in libri, recensioni libri

La Caduta dei Giganti – Ken Follett

Lo schema è quello del romanzo storico e il racconto avviene portando avanti in modo parallelo le vicende di diversi personaggi.

Una serie di personaggi legati tra loro costituisce la colonna portante dell’opera ed è attraverso la narrazione delle loro vicende private e professionali che viene illustrato il processo storico del secolo scorso.

In partenza gli scenari sono almeno tre: c’è la periferia di Cardiff in Inghilterra con la sua miniera di carbone che consente la descrizione delle condizioni di vita della plebe inglese e in contrapposizione c’è la realtà quotidiana della vita nella residenza di campagna del nobile Fitz, padrone di tutto il territorio circostante. membro della Camera di Lord e marito della principessa russa Bea.

Le origini di Bea consento di aprire uno scenario proprio in Russia, per la precisione a San Pietroburgo, dove le condizioni degli operai e la vita in generale sono peggiori di quelle dei minatori inglesi.

Siamo all’inizio del ventesimo secolo e cominciano le rivendicazioni sindacali e gli scioperi dei lavoratori in contrapposizione alle prepotenze dei padroni con l’inevitabile prova di forza tra le parti. Continua a leggere

4 commenti

Archiviato in libri, recensioni libri

Canale Mussolini – Antonio Pennacchi

Come dice, scusi? Tutti parlano di questo libro da quando ha vinto il premio Strega, ma nessuno le ha ancora spiegato di cosa si tratta?

Basta chiedere! In fondo noi Peruzzi che ci siamo a fare a questo mondo?

Siamo una grande famiglia noi, unita e numerosa, dove tutti sono pronti a scambiarsi un aiuto quando serve. Noi siamo per il bene e vogliamo che tutti possare trovare la felicità nella loro vita, mica come quei maledéti dei Zorzi Vila, c’al vegna un càncher…, firmato Peruzzi!

Certo delle volte può essere capitato di fare dei danni a qualcheduno, ma sempre in onestà e sempre senza cattiveria; cosa vuole… le cose poi vanno viste da tutte le angolature, in fondo ognuno gàla le sό razόn. Continua a leggere

5 commenti

Archiviato in libri, recensioni libri

Il Vangelo Secondo Gesù Cristo – José Saramago

Il primo consiglio è quello di affrontare la lettura de Il Vangelo secondo Gesù Cristo solamente dopo aver letto Caino, l’ultimo libro pubblicato di José Saramago, per almeno un paio di buoni motivi:

la possibilità di seguire il giusto andamento cronologico degli avvenimenti riportati e la presenza nel libro Il Vangelo secondo Gesù Cristo di qualche richiamo ad alcuni episodi dell’Antico Testamento che Saramago ha trattato proprio in Caino.

Niente di fondamentale certamente, ma un piccolo aiuto quest’ordine di lettura lo può fornire. Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in libri, recensioni libri, religione

La Morte di Artemio Cruz – Carlos Fuentes

Ammetto la mia ignoranza dicendo che non sapevo chi fosse Carlos Fuentes.

Su di lui avevo letto recentemente un articolo nel Quaderno di Josè Saramago e mi sono reso conto che è ritenuto uno dei grandi del novecento dell’area centro-sudamericana.

In questo libro il racconto di un uomo, della sua vita  e dei suoi pensieri sul letto di morte, costituiscono il pretesto per un’opera decisamente più ambiziosa: ripercorrere la storia del Messico a partire dalla seconda metà dell’ottocento. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in libri, recensioni libri

Stabat Mater – Tiziano Scarpa

Il libro è sostanzialmente un omaggio ad Antonio Vivaldi.

Il compositore collaborò per diversi anni con l’Ospedale della Pietà, uno degli orfanotrofi di Venezia, scrivendo musica per le orfanalle.  In questi istituti le ragazze venivano avviate agli studi, ai mestieri e alle arti, per lo meno le più talentuose, in  maniera da crearsi quella piccola “dote” che forse avrebbe concesso loro di essere scelte come moglie da qualche persona per bene.

Scarpa prende l’idea da una biografia di Anna Maria dal Violin ( scritta da Barbara Quick ) l’allieva più famosa di Vivaldi, per immaginare la storia raccontata in questo libro. Continua a leggere

4 commenti

Archiviato in libri, recensioni libri