Archivi tag: genere spionaggio

Miele – Ian McEwan

mieleSarà l’atmosfera anglosassone, saranno gli argomenti, sarà forse il modo di raccontare che ingloba nella vicenda principale anche una serie di micro racconti, ma questo Ian McEwan si conferma nelle posizioni di vertice delle mie preferenze.

Diversi sono gli aspetti in comune con alcuni lavori di David Foster Wallace, vedi ad esempio La scopa del sistema, oppure con quelli di Paul Auster.

Infatti in taluni di questi libri non è cosa rara incontrare personaggi che svolgono lavori legati al mondo editoriale e quindi nei rapporti con i loro interlocutori, può succedere che essi riportino dettagli più o meno approfonditi circa le storie con cui si sono dovuti confrontare nel corso delle loro vicende quotidiane.

Ecco dunque le storie all’interno delle storie: un numero considerevole di potenziali spin-off che solo menti con un grande potenziale creativo possono produrre.

Per quelli che sono i miei gusti tutto ciò sarebbe già sufficiente per garantirmi un buon livello di coinvolgimento personale. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri

Lettera a Berlino – Ian McEwan

Lettera a Berlino è un romanzo che presenta diversi aspetti al proprio interno.

La sua struttura può essere scomposta in più parti.

C’è la parte legata al contesto storico: siamo a Berlino all’incirca una decina di anni dopo la fine della seconda guerra mondiale.

E’ scoppiata la guerra fredda e ci sono due schieramenti ben separati l’uno dall’altro.

Non esiste ancora il muro di Berlino, almeno quello fisico, ma la diffidenza delle persone di una parte nei confronti di quelle dell’altra risulta evidente. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in libri, recensioni libri