Archivi tag: genere horror

22/11/’63 – Stephen King

22-11-63Un giorno con Stephen King! Beh, non in senso letterale ovviamente, ma quasi: quasi 20 ore di lettura per questo romanzo sul viaggio nel tempo, nell’innocente e puro tentativo di incidere sull’andamento della storia in maniera da rendere il mondo migliore di come lo si conosce.

E’ questo sostanzialmente ciò che i due protagonisti cercano di fare: Al ci mette le cose che ha scoperto e Jake ci mette la propria persona.

Un romanzo abbastanza classico per il genere Stephen King, anche se molti degli aspetti misteriosi e tenebrosi da lui spesso utilizzati a fondo, qui vengono solamente accennati.

In effetti, in alcune occasioni ci sono edifici e luoghi che lasciano intravedere una propria personalità, maligna ovviamente; ma in quelle poche occasioni, a differenza di molti altri romanzi nei quali cose e luoghi simili hanno inciso direttamente sull’andamento della vicenda, lo spazio che qui viene loro concesso è di pura marginalità: non accade nulla se non che il protagonista avverte una strana sensazione, nulla di più.

Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in libri, recensioni libri

Notte Buia Niente Stelle – Stephen King

Finalmente Stephen King si toglie da quel canale ripetitivo che per lungo tempo gli ha fatto scrivere sostanzialmente sempre lo stesso libro.

In questa raccolta di racconti lunghi infatti, lo scrittore torna in un certo senso alle origini spezzando una catena che stava stancando.

A parte la prima storia che richiama quel qualcosa di soprannaturale ormai divenuto un classico delle sue opere, gli altri racconti sono più realistici e coinvolgono persone “normali”.

Tutto risulta credibile e questo ogni tanto non guasta neanche nell’opera di King. Continua a leggere

4 commenti

Archiviato in libri, recensioni libri

La Vendetta – Agota Kristof

Agota Kristof è senza dubbio conosciuta dal grande pubblico per il fantastico e cupo romanzo Trilogia della città di K.

Ma la Kristof in questo piccolo libretto pieno di racconti molti brevi, dalle due alle quattro pagine in tutto, si rivela essere ancora più cupa.

La quarta di copertina, seppur esplicativa, non rende pienamente l’idea del clima che si respira leggendo le storie raccontate nel libro:

Solitudini, alienazioni, fratture, perdite: venticinque brevissimi e fulminanti racconti in cui Agota Kristof esprime il disagio più profondo con i toni del grottesco e del surreale con la sua consueta capacità di arrivare all’anima delle cose.Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri

Frankenstein – Mary Shelley

Da sempre tutti sanno a grandi linee cosa si intende quando si parla della vicenda di Frankenstein.

La stessa storia vale un po’ anche per tutti quei classici con i quali fin da bambini siamo stati abituati a convivere.

Ci sembra di sapere ormai così tante cose di quelle storie che mettersi lì a leggere proprio il libro che ha dato il via a tutto quanto, ci pare quasi una perdita di tempo.

Mi riferisco, tanto per fare qualche esempio, a titoli come Dracula, come I Promessi Sposi, come Il giro del mondo in 80 giorni, come Moby Dick, senza tralasciare cose più importanti come L’evoluzione della specie, L’Iliade, L’Odissea o perfino La Bibbia.

Ebbene, di tutti questi titoli la stragrande maggioranza di noi saprebbe raccontare molto, magari senza neanche avere mai avuto sotto mano una qualsiasi delle tante edizione pubblicate. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri