Archivi tag: commenti

Cinquanta Sfumature Di Grigio – E. L. James

Cinquanta sfumature di grigio è probabilmente il caso letterario più controverso del 2012.

Con questo primo episodio la scrittrice inglese E. L. James, al secolo Erika Leonard, apre la sua trilogia dedicata alle avventure della coppia Anastasia-Christian e riaccende quel dibattito tra lettori circa la qualità dei libri in vetta alle classifiche di vendita.

Dibattito tanto appassionante quanto inutile dato che mai potrà avere la parola fine.

Ciascuno legge ciò che vuole e cerca di trovare nella lettura, così come nel cinema o in qualsiasi altra forma di espressione, quel qualcosa che va cercando a volte con estrema fatica.

Gli estremismi non mi appartengono, anche se a volte mi attraggono molto, per cui quando sento parlare di capolavori o di carta straccia, resto sempre un po’ distaccato da questo modo di classificare le cose.

In questo caso non mi interessa approfondire molti degli aspetti che potrebbero alimentare discussioni del genere.

Un dibattito sui motivi per i quali una infinità di persone ha letto e sta leggendo questa trilogia, potrebbe portare ad una accensione degli animi e quindi lascio questo aspetto ad altri. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in libri, recensioni libri

Le ultime 5 Ore – Douglas Coupland

La quarta di copertina de Le ultime 5 ore di Douglas Coupland non era neanche male: Se il mondo che conosciamo crolla all’improvviso – se il petrolio schizza alle stelle, l’elettricità finisce, gli aerei smettono di decollare, i cellulari non hanno segnale, la tv interrompe le trasmissioni, e le cose iniziano ad esplodere e rilasciare gas tossici – quale miglior posto…ecc. ecc.

Genere ben individuabile e poi che piaccia o meno è questione personale.

Personalmente un titolo come questo ogni 20-30 letture può anche starci, sono altre le cose che evito attentamente.

Poi comincia la lettura: quattro personaggi, più uno interiore, e una vicenda che lascia un po’ a desiderare.

L’impressione è quella di un qualcosa che voglia richiamare l’atmosfera già respirata nel libro La strada di Cormac McCarthy.

Purtroppo il tentativo non è riuscito.

La causa del blocco del sistema sarebbe il petrolio, ma poi l’argomento non viene approfondito per nulla, al punto che forse sarebbe valsa la pena lasciare il mistero non ben definito.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri

Viaggio a Nanga – Jorn Riel

Viaggio a Nanga di Jorn Riel è l’esempio del classico libro Iperborea.

Come in molte opere di autori scandinavi, anche nel libro del danese Riel l’atmosfera che si respira è figlia di una certa malinconia intrinseca, dovuta forse ai luoghi, forse alla solitudine, forse ad altro, accompagnata però da una forma di leggerezza nell’accettare le sorti che il destino assegna ai personaggi, tipica di quella parte di Europa così affascinante.

Ne risulta un libro che narra le vicende di una manciata di individui alle prese con intemperie ed altre cose, magari non del tutto verosimili, ma comunque funzionali al racconto e al completamento di un quadro tutto sommato coerente.

La mia attenzione era stata richiamata dalla copertina e per amor di precisione da quella piccola bicicletta arrampicata sulla montagna quasi fosse uno stambecco.

In effetti sia il titolo, sia la copertina, facevano immaginare un romanzo non propriamente statico.

Veniva naturale prevedere una storia piena di movimento, di partenze e di arrivi, di incontri, di separazioni e poi di nuovi incontri ancora, ecc. ecc.

Devo dire che le aspettative sono state soddisfatte e che il libro, pur non essendo niente di fantastico, è molto gradevole e rispecchia in pieno la linea editoriale della casa editrice.

Tempo di lettura: 3h 32m

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri