Archivi tag: autori canadesi

Vita di Pi – Yann Martel

vita di piQuesto libro è rimasto sullo scaffale della mia libreria per almeno tre anni prima di essere preso in considerazione.

Vi era giunto grazie ad uno scambio con un altro utente di aNobii con cui ero in contatto allora e confesso che fino a qualche giorno fa ero convinto nascondesse una storia  completamente diversa da quella che invece mi sono trovato a leggere.

Erano i tempi di Io & Marley; in quel momento fioccavano i racconti sugli animali domestici e un libro dal titolo Vita di Pi con un felino in copertina faceva pensare ad un’altra storia sul genere.

Il trailer del film di Ang Lee mi ha contemporaneamente chiarito le idee e fatto crescere la voglia di leggere il libro.

Detto questo mi sembra opportuno passare al contenuto di questo bel libro di Yann Martel che incomincia con una verità che ritengo assoluta: gli animali sono animali e considerarli alla stregua di esseri umani è un grande errore che nulla ha a che vedere con il fatto di voler loro bene.

I primi capitoli alternano parti narrative a considerazioni naturalistiche sul mondo animale e sul rapporto uomini-animali; queste ultime possono risultare estremamente interessanti a patto che si riesca a mettere le proprie convinzioni in secondo piano e a seguire le conclusioni dell’autore. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in film, libri, recensioni libri

Le ultime 5 Ore – Douglas Coupland

La quarta di copertina de Le ultime 5 ore di Douglas Coupland non era neanche male: Se il mondo che conosciamo crolla all’improvviso – se il petrolio schizza alle stelle, l’elettricità finisce, gli aerei smettono di decollare, i cellulari non hanno segnale, la tv interrompe le trasmissioni, e le cose iniziano ad esplodere e rilasciare gas tossici – quale miglior posto…ecc. ecc.

Genere ben individuabile e poi che piaccia o meno è questione personale.

Personalmente un titolo come questo ogni 20-30 letture può anche starci, sono altre le cose che evito attentamente.

Poi comincia la lettura: quattro personaggi, più uno interiore, e una vicenda che lascia un po’ a desiderare.

L’impressione è quella di un qualcosa che voglia richiamare l’atmosfera già respirata nel libro La strada di Cormac McCarthy.

Purtroppo il tentativo non è riuscito.

La causa del blocco del sistema sarebbe il petrolio, ma poi l’argomento non viene approfondito per nulla, al punto che forse sarebbe valsa la pena lasciare il mistero non ben definito.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri