Mio Amato Frank – Nancy Horan

Questo primo romanzo della scrittrice americana Nancy Horan si è rivelato una bella sorpresa.

Il titolo e la copertina avevano per lungo tempo contribuito al pensiero che la storia fosse tutta rivolta al rosa e al miele e questa convinzione mi ha portato a tenere in parcheggio il libro per lungo tempo.

Quando finalmente mi sono deciso ad affrontarne la lettura, mi sono ritrovato abbastanza velocemente coinvolto in una storia dove il romanticismo rappresentava solamente una parte del tutto.

La vicenda di Frank Lloyd Wright e di Mamah Borthwick Cheney fa riferimento ad avvenimenti realmente accaduti e già questo cambia le carte in tavola rendendo il tutto più curioso, più vero, più affascinante.

Tuttavia quello che risalta nel libro è molto più della vicenda dei due protagonisti, è il racconto del contesto all’interno del quale essi si muovono.

Siamo nei primi anni del 1900 quando l’opinione pubblica e il mondo intero sono ancora stretti tra forme di moralismo bigotto e tradizioni maschiliste, il tutto ben spalleggiato dalla chiesa del tempo.

E’ in questo scenario che la storia d’amore tra Frank e Mamah, entrambi sposati e genitori di numerosi figli, cresce e prende forma creando scandalo in tutta la comunità.

Ben presto la situazione si evolve e con il procedere della vicenda ecco che entrano in gioco numerosi aspetti solo in apparenza di contorno: sono la lotta per la libertà di voto per le donne, il loro diritto al lavoro e in generale tutto il movimento di emancipazione femminile che nella prima parte del secolo scorso comincia a muovere passi importanti.

Non mancano nozioni di quella che viene definita architettura organica e automaticamente si viene portati a cercare su internet immagini di abitazioni in questo stile.

Le personalità dei protagonisti, molto diverse tra loro, contribuiscono a rendere il racconto più intrigante e incerto.

Un deciso ed imprevedibile cambiamento rende il finale inaspettato e porta il libro su un genero diverso da quello iniziale.

E’ questa forse l’unica parte romanzata della storia che per numerosi altri aspetti trova conferme nella biografia ufficiale dell’estroso Frank Lloyd Wright.

Un bel libro che ha superato le mie aspettative.

Tempo di lettura: 10h 48m

Lascia un commento

Archiviato in libri, recensioni libri

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...