Racconti Matematici – Autori Vari

Un bel libro.

Pieno di autori interessanti molti dei quali conosciuti per romanzi o altre opere.

Mondi paralleli,  diavoli scoperti, quadri numerici…

Un sacco di idee, forse persino troppe perché possano essere espresse tutte quante ad alto livello.

Il racconto che meglio si sposa con il titolo del libro è senza dubbio La casa nuova di Robert Heinlein, nel quale un architetto progetta e realizza una casa a quattro dimensioni che racchiude in sé diverse sorprese.

Qui sono ben miscelate la matematica, la geometria dei solidi, la fantascienza e perché no, la fantasia dell’autore.

Dalla grande produzione di Isaac Asimov è stato scelto Nove volte sette, racconto che illustra una realtà del futuro dove le macchine hanno oramai il monopolio assoluto della matematica, al punto che nessuno si ricorda più che tutto nasce dalle capacità umane.

Un uomo solo riesce a capire le regole del calcolo e scopre che le macchine non sono poi così potenti come si pensava.

Uno dei tanti racconti fantastici di un Isaac Asimov da troppo tempo dimenticato e che spero a breve torni ad avere i riconoscimenti che merita.

L’unico racconto di questa raccolta che mi era già noto e che avevo incontrato più volte nelle antologie di Buzzati è stato I Sette messaggeri.

Dino Buzzati mi piace molto come scrittore e questo, assieme a Sette Piani, è a mio parere una delle sue storie migliori.

L’ho riletto con piacere e devo dire che il lato migliore di un libro come questo Racconti Matematici è proprio il portare al pubblico la conoscenza di una moltitudine di autori.

Chi non avesse mai letto nulla di Buzzati può approfondire certamente in discorso anche con il suo fantastico romanzo per eccellenza: Il Deserto dei Tartari.

Tennis, trigonometria e tornado rappresenta il contributo di David Foster Wallace per questo libro.

Il racconto di Wallace é divertente per le sue battute e i suoi paragoni; interessante per il suo punto di vista specialmente per quelli che conoscono bene il tennis.

Appare invece angosciante se ci si ferma a riflettere su alcune delle sue frasi, specie col senno di poi: ”Il tennis juniores nel Midwest fu anche la mia iniziazione alla vera tristezza dell’età adulta” … “Mi sentivo non chiamato”.

Altri racconti decisamente degni di nota sono Geometria solida di Ian McEwan, Riflusso di Josè Saramago e Naturalmente di Fredric Brown.

Infine non mi resta che da segnalare il racconto di Emmanuel Carrère che altro non è se non una sintetica biografia di Alan Turing, la cui fine leggenda vuole abbia ispirato la Apple per la scelta del proprio logo.

Ovviamente la raccolta ne comprende numerosi altri, tutti da scoprire.

Advertisements

1 Commento

Archiviato in libri, recensioni libri

Una risposta a “Racconti Matematici – Autori Vari

  1. Pingback: Letture Ottobre 2010 « ENTUSIASMI…repressi e non…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...