District 9 – Distretto 9

Questa settimana ho visto “District 9”, ultimo film di fantascienza prodotto da Peter Jackson, il regista reso famoso principalmente per la trilogia de “Il signore degli Anelli”.

District_9

foto da wikipedia

La storia comincia con un antefatto ormai classico per il cinema di fantascienza, con una misteriosa astronave aliena che arriva a sorpresa sul nostro pianeta e si ferma con intenzioni tutte da verificare.

A questo punto la parte prettamente fantascientifica passa in secondo piano, anzi potrebbe anche definirsi conclusa. Il resto della storia è tutta incentrata sulla questione razziale. Nello specifico le due “razze” sono rappresentate dagli umani e dagli alieni. Il regista Neill Blomkamp punta tutto su questo aspetto. Il fatto che la parte perseguitata sia rappresentata da alieni non è che una trovata per dimostrare che la disparità di forza può essere distruttiva se non ben governata, indipendentemente da quale sia il soggetto più debole.

Tornando alla trama, il film comincia con l’antefatto che spiega come una nave spaziale sia arrivata sul pianeta Terra e, senza lanciare segnali di nessun tipo, si sia fermata sospesa sulla città di Johannesburg. Dopo tre mesi di immobilità assoluta e in mancanza di attività alcuna, il governo decide di intervenire e di tentare di salire a bordo. Quando i militari entrano, trovano un numero enorme di esseri stremati e denutriti bisognosi di aiuto.

La decisione di prestare soccorso e di portarli a terra è quasi obbligata. In breve tempo però, le difficoltà di integrazione tra gli alieni (che vengono chiamati “gamberoni” in senso dispregiativo) e la popolazione, creano problemi ingestibili. Il campo di accoglienza diventa prima un campo profughi e poi una vera e propria baraccopoli abbandonata a se stessa.

In questo contesto proliferano tutte le problematiche solite: intolleranza, commercio clandestino, prostituzione e ogni tipo di attività criminale. Il governo fa la sua parte per aggravare la situazione mettendo in atto esperimenti sugli alieni e tutto degenera.

Il film è ispirato alla storia dell’apartheid in Sudafrica. Il regista aveva già sviluppato un cortometraggio sull’argomento. Gli alieni rappresentano la popolazione di colore sudafricana e il loro percorso al’interno del film rispecchia la realtà vissuta negli ultimi decenni del secolo scorso.

Tecnicamente gli alieni sono interessanti, si muovono bene. Sono dotati di forza notevole, ma non sono in grado di utilizzarla in quanto non troppo smaliziati. Parlano una lingua loro (sottotitolata) che viene compresa anche dagli umani. Potrebbe essere un punto da approfondire, ma non è che un dettaglio ininfluente per cui si può soprassedere.

La parte negativa, a mio parere, è l’ormai solita storia d’amore che si intreccia all’interno di contesti drammatici e che, sempre a mio parere, contribuisce solo a rendere le cose meno verosimili.

Vero è che in questa maniera si coinvolge una parte di pubblico molto più ampia, cosa che rimanendo nella nicchia di una trama unicamente ad alta tensione non capiterebbe, ma poi succede che tanti film sembrano fatti sulla stessa falsariga.

Il suocero corruttore da una parte, l’amicizia che lega il protagonista umano e quello alieno dall’altra, fanno un pò allentare le braccia; braccia che poi cadono del tutto quando un militare viene ucciso utilizzando un maiale come proiettile…

Altra nota negativa è la presentazione di un lato famigliare negli alieni. Il protagonista alieno ha un figlio al quale è molto legato e rispecchia lo stereotipo del rapporto padre-figlio.

La storia ha un finale aperto, cosa che ha già fatto parlare di sequel.

In definitiva il mio parere è contrastante; da una parte una bella idea originale, ottimamente  messa in pratica con gli alieni discriminati, dall’altra una sceneggiatura troppo a largo spettro per compiacere un pubblico il più vasto possibile. Intendiamoci, non che questo sia un delitto, anzi. Semplicemente (forse) fa perdere al film la possibilità di diventare una pellicola di riferimento per un genere ben preciso. In compenso pare stia facendo incassi importanti e quindi va bene così.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in cinema

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...